OSTARIA CÀ D’ANGEL (Ravarano – Parma)

RAVARANO (PR), domenica 1° novembre 2009 – Tartufo, funghi e castagne. Questo ci ha spinto a risalire da Parma la valle del Baganza. Prima a Calestano, per la 19ª Fiera Nazionale del Tartufo Nero di Fragno e dei meravigliosi “frutti” autunnali della vallata. Poi a Ravarano, un borgo solatìo, adagiato sul versante orientale della vallata, a mezz’altezza; circa 7 chilometri di strada sinuosa da Calestano, dove si lascia l’accogliente fondovalle per risalire il costone, e godere del sublime susseguirsi delle stratificazioni geologiche dell’Appennino. La trattoria è rustica. Ci accolgono alle 12.30 in punto, spalancando il portone ai numerosi avventori. Il clima è famigliare, la sala da pranzo un grande locale rettangolare con i tavolini da bar “di una volta”. Allegre tavolate di famiglie intercalate da anziani solitari. Abbiamo assaggiato il menu di tartufo proposto per la concomitanza con la Fiera dedicata all’omonimo tubero. Un generoso tris di antipasti, un bis di primi piatti, di secondi, tutte fantasiose riproposizioni della perla nera di Fragno. Infine un tris di dolci. Niente male! Il tartufo è offerto generosamente. Spiccano antipasti (polentina con crema al tartufo, crostino con funghi porcini e tartufo, insalatina di sedano, parmigiano e tartufo) e primi (ravioli al tartufo e tagliolini al tartufo), mentre il bis di secondi (arrosto ed involtini al tartufo), pur se buono, si perde in un maggiore anonimato. Sublimi i dolci (tortino al fondente con crema, crema al mascarpone e ananas, semifreddo all’amaretto con caramello). Il servizio è stilisticamente non impeccabile, ma rapido e comunque adeguato al clima famigliare. Il prezzo? Se al menu di tartufo si aggiunge, come abbiamo fatto noi, una bottiglia di rosso non memorabile (pur essendo etichettato Docg) e caffè, 86 euro. Consigliabile!

SCHEDA

Nome: Bar Ostaria Cà d’Angel, a Ravarano (Pr), va Provinciale 52, tel. 0525.529133
Note: chiusura al giovedì, è gradita la prenotazione.