Quotidiani, le buone notizie del 9 gennaio

Per onore di cronaca premetto che al momento – sono le 11.30 – ho letto soltanto due quotidiani (Corriere della Sera e Avvenire) e che quindi le (quattro) buone notizie sotto riportate provengono da lì.

1. Solidarietà: la diocesi di Vicenza ha deciso di trasformare in alloggi per chi vive momenti difficili le canoniche (e altre strutture) altrimenti non utilizzate. Il vescovo Pizziol: «Un modo credibile di dare speranza». [Avvenire, pag. 16, “Vicenza, la canonica diviene casa accogliente”, di Romina Gobbo]

2. e 3. Cultura: Gian Antonio Stella dalla prima pagina del Corriere della Sera [pagg. 1-27, “La Reggia dei Borbone appartiene agli italiani”] ci informa che la dimora storica di Carditello (provincia di Caserta) è ora di proprietà dello Stato. Buona notizia certo anche se lo stato di degrado (saccheggiata prima dai nazisti e poi dai camorristi) in cui versa, ci mette davanti una grande sfida per il recupero. Rinascita, invece, che è già realtà per “l’Ultima cena” del Vasari, in restauro dopo i danni provocati dall’alluvione del ’66, nell’Opificio delle pietre dure fondato da Ferdinando I de’ Medici a Firenze. [Corriere, pag. 31, “La rinascita dell’Ultima cena del Vasari. Capolavoro (quasi) perduto nel fango”, di Matteo Persivale]

4. Economia: Marco Palmieri, fondatore e Ceo di Piquadro, azienda leader nei prodotti di pelletteria con sede a Gaggio Montano (provincia di Bologna), annuncia che per borse e valigie di fascia alta sarà presto aperta una nuova fabbrica vicino a Firenze, abbandonando la Cina. E non sarà l’unica a riportare parte della produzione in Italia. [Corriere, pag. 35, “Piquadro torna al made in Italy. «Cina? No, meglio la Toscana», di Giuliana Ferraino]

Matteo Billi